Blockchain: strumento di democrazia diretta o congegno per instaurare la “repubblica degli informatici”?

Per il ciclo di incontri “i Mercoledì di Nexa” (ogni 2° mercoledì del mese)

108° Mercoledì di Nexa

Blockchain: strumento di democrazia diretta

o congegno per instaurare

la “repubblica degli informatici”?

 

Maria Grazia Turri

(Università degli Studi di Torino)

Mercoledì 9 maggio 2018 ore 18 in punto
(termine: ore 20)

 

Centro Nexa su Internet e Società
Politecnico di Torino, Via Boggio 65/a, Torino (1° piano)

Live streaming: http://nexa.polito.it/upcoming-events

URL dell’incontro: http://nexa.polito.it/mercoledi-108

Come raggiungerci: scarica la mappa in PDF (464 KB) o vai alla nostra pagina dei contatti.

 

Gli analisti considerano Blockchain la più grande innovazione digitale dopo Internet. La crisi economica, che ha investito il pianeta nel 2007, è stata percepita sostanzialmente come una crisi dovuta al funzionamento dei sistemi monetari e finanziari. Una possibile risposta è stata offerta dalla tecnologia. L’idea che ha mosso gli ideatori e gli utilizzatori della blockchain è stata quella di trovare un modo grazie al quale le decisioni potessero essere distribuite e il potere non fosse più concentrato nelle mani di un decisore o di pochi attori economici, istituzionali e non.

Oggi è evidente che grazie a blockchain il mercato finanziario e monetario si trova a dover fronteggiare oggetti “sconosciuti”, la cui natura è tutta da indagare. Quello che è certo è che grazie a queste tecnologie molte professioni potranno e dovranno cambiare o scomparire perché se blockchain consente davvero un trasferimento immediato e garantito del valore delle transazioni significa che le professioni che attualmente garantiscono efficienza e ruolo del diritto non potranno che subire una profonda trasformazione. Interi settori come quello finanziario, bancario e assicurativo per arrivare a quelli industriali e al consumo, fino alle categorie professionali degli avvocati, dei notai o dei commercialisti saranno ribaltati. Ancora più ricca di interrogativi sarà la sua influenza circa le modalità e le dinamiche di voto da parte dei singoli cittadini, poiché questo subirà profondi cambiamenti, modificando i metodi e i contenuti a cui ancoriamo il termine democrazia.

L’obiettivo dell’incontro è presentare il problema, indagarne le conseguenze, aggiornarlo alle sue più recenti evoluzioni per comprendere se le piattaforme blockchain siano effettivamente un possibile nuovo strumento di democrazia o non portino invece a una “repubblica governata dagli informatici” piuttosto che alla “repubblica governata dei filosofi”, auspicata da Platone.

Biografia:

Maria Grazia TURRI filosofa ed economista, è Docente a contratto di Linguaggi della Comunicazione per il Corso di Laurea in Management dell’informazione e della comunicazione aziendale presso l’Università degli Studi di Torino e collaboratrice del Dipartimento di Informatica dell’Università della Calabria per le tematiche legate alla Blockchain, connesse con moneta, debito e tempo. Le sue aree di interesse sono la filosofia dell’economia e la natura concettuale delle categorie e dei modelli economici; l’ontologia e la metafisica degli oggetti sociali; la filosofia della mente con particolare attenzione alle ricerche neuroscientifiche sulla emozioni, sulle percezioni e sulle intenzionalità. È direttrice delle collane di Mimesis Filosofie dell’economia e Relazioni Pericolose.
Ha scritto numerosi articoli e libri fra cui Gli dei del capitalismo. Teologia economica nell’età dell’incertezza (2014 Mimesis, Milano), Biologicamente sociali culturalmente individualisti (Mimesis, Milano, 2012), Gli oggetti che popolano il mondo (2011 Carocci, Roma), La distinzione fra moneta e denaro (Carocci, Roma, 2009).

 

Letture consigliate e link utili:

  • Ghassan Karame, Elli Androulaki, Bitcoin and Blockchain Security, Artech 2017.

  • Imran Bashir, Mastering Blockchain, Packt Publishing 2017.

  • Vincenzo Morabito, Business Innovation Through Blockchain: The B³ Perspective, Springer International 2017.

  • William Mougayar, The Business Blockchain: Promise, Practice, and Application of the Next Internet Technology, John Wiley & Sons Inc. 2016.

  • Don Tapscott, Alex Tapscott, Blockchain Revolution: How the Technology Behind Bitcoin and Other Cryptocurrencies is Changing the World, Penguin Books 2016.

  • Melanie Swan, Blockchain: Blueprint for a New Economy, O’Reilly Media 2015.

  • Marcel Mauss (1914), Le origini della nozione di moneta, in M. Granet, M. Mauss, Il linguaggio dei sentimenti, a cura di B. Candian, Adelphi 2001.

  • Maria Grazia Turri, Abramo e il capitalismo: promesse e sacrifici, Trópos, 2, pp. 113-134, 2014.

  • Maria Grazia Turri, Gli dei del capitalismo. Teologia economica nell’età dell’incertezza, Mimesis 2014.

  • Maria Grazia Turri, La differenza fra moneta e denaro, Carocci 2009.

 

Scarica la versione PDF della presentazione di Maria Grazia Turri .

 

 

Il video relativo all’incontro è disponibile al seguente link:

https://www.youtube.com/watch?v=DZtK3jOQKk8#action=share

 

IL PROSSIMO MERCOLEDI’ DI NEXA:
Mercoledì 13 giugno 2018, ore 18
Tema: Social reading e promozione della lettura
Ospite: Edoardo Montenegro

IL PROSSIMO NEXA LUNCH SEMINAR:
Mercoledì 23 maggio 2018, ore 13
Tema: Videogames, education and job
Ospite: Matteo Uggeri (Politecnico di Milano)

Che cosa sono il Centro Nexa e i cicli di incontri “Mercoledì di Nexa” e “Nexa Lunch Seminar”:

Il Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino (Dipartimento di Automatica e Informatica) è un centro di ricerca indipendente e interdisciplinare che studia Internet e il suo effetto sulla società. Maggiori informazioni all’indirizzo: http://nexa.polito.it/about.

Durante i “Mercoledì di Nexa”, che si tengono ogni 2° mercoledì del mese alle ore 18 in punto, il Centro Nexa su Internet e Società apre le sue porte non solo agli esperti e a tutti coloro i quali lavorano con Internet, ma anche a semplici appassionati e cittadini. Il ciclo di incontri intende approfondire, con un linguaggio preciso ma divulgativo, i temi legati alla Rete: motori di ricerca, Creative Commons, social networks, open source/software libero, neutralità della rete, libertà di espressione, privacy, file sharing, big e open data, smart cities e molto altro.

Al centro di quasi tutti gli incontri un ospite pronto a dialogare con i direttori del Centro Nexa, il Prof. Juan Carlos De Martin del Politecnico di Torino e il Prof. Marco Ricolfi dell’Università di Torino, nonché lo staff e i Fellows del Centro Nexa.

Maggiori informazioni sui Mercoledì di Nexa, incluso un elenco di tutti i “Mercoledì” passati, sono disponibili all’indirizzo: http://nexa.polito.it/mercoledi.

Si segnala inoltre che dal maggio 2012 ogni 4° mercoledì del mese dalle ore 13 alle ore 14 il Centro Nexa organizza anche i “Nexa Lunch Seminar“. Una lista di tutti i “Lunch Seminar” passati è disponibile all’indirizzo: http://nexa.polito.it/lunch-seminars.

Per restare aggiornati sulle attività del Centro Nexa su Internet & Società, seguiteci su:

– Twitter: @nexacenter
– Facebook: http://facebook.com/nexa.center
– Mailing list degli annunci Nexa: https://server-nexa.polito.it/cgi-bin/mailman/listinfo/nexa-announce

E’ altresì possibile consultare il seguente link https://nexa.polito.it/mercoledi-108 per avere ulteriori informazioni.

 

other posts

Posted by Cinzia Lattari | 29 June 2018
Risolviamo l’emergenza migranti grazie alla Blockchain
JACOPO BERTI Entriamo in un supermercato, prendiamo dagli scaffali quello che ci serve, arriviamo alla cassa, bip, bip, bip… e nessuno ci chiede soldi. Ci viene chiesto invece di aprire...
Posted by Cinzia Lattari | 2 May 2018
SPILLO/ Derivati del Tesoro, 4 miliardi persi per una schedina sbagliata?
Stanno emergendo dettagli sulla vicenda riguardante i derivati del Tesoro sul debito pubblico che non sono affatto confortanti, anche per il futuro. GIANFRANCO D'ATRI   "Potevamo noi nel 2013 essere...
Posted by webStation | 24 January 2018
BITCOIN/ Bolla, rischi e gli errori comuni sulle criptovalute
Si parla molto di Bitcoin e delle altre criptovalute, ma forse non si è capito bene il loro potenziale e il perché non si può parlare di una bolla. GIANFRANCO...